Sossio Aruta

blank

Soprannominato Re Leone, ha giocato per più di 25 anni, scendendo in campo con 25 squadre diverse e segnando più di 380 gol tra professionisti e dilettanti. Nel 2005 ha partecipato al reality Campioni, il sogno, vestendo la maglia del Cervia sotto la guida del tecnico Ciccio Graziani. La parte più significativa della sua carriera è stata l’esperienza biennale con l’Ascoli in Serie C1. Tuttavia ha disputato anche alcune partite in Serie B con il Pescara. Tra le altre squadre, ha giocato anche nel Benevento, nel Cosenza, nel Taranto e nel Frosinone: dov’è stato sanzionato con una squalifica di 8 mesi[14] per rissa in campo al termine di un derby con il Latina.[15][16]

Tale episodio lo ha di fatto escluso dal calcio professionistico: negli anni successivi ha militato solo tra i dilettanti. Nel 2006 ha tentato l’avventura nel campionato sammarinese, dove si è aggiudicato il titolo di capocannoniere, trascinando la propria squadra alla vittoria del campionato e della coppa nazionale. Nel 2010 è tornato a San Marino con il Tre Fiori e, all’età di 40 anni, ha esordito in un turno preliminare della UEFA Champions League contro il Rudar Pljevlja.

Open chat
1
Salve!
Come posso esserle utile?